Condividi Miriam12Stelle:

PREGHIERE VIDEO

Firma
anche tu
il libro
degli ospiti
...
Inserisci
Miriam
12
Stelle
tra i tuoi siti preferti...
Grazie!
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Libro in evidenza

IO STO CON LA CHIESA

NetCrIM - Risorse Cristiane on line
www.parrocchie.eu
Categorico: ogni sito la sua categoria e viceversa!
     
 

Votami qui:

 
     

 

miriam12stelle.jimdo.com

Votaci su Net-Parade.it
Aggiungi alla pagina personalizzata di Google
Locations of visitors to this page
Registra il tuo sito nei motori di ricerca

Mese dedicato al Preziosissimo Sangue di Gesù

"LA DEVOZIONE AL PREZIOSISSIMO SANGUE
Origine e significato

Il cristianesimo è la Religione del Sangue di Cristo. Redenzione e Santificazione, Grazia e Gloria non sono che diversi aspetti della sua efficacia. Tutta la storia della Chiesa è storia del Preziosissimo Sangue, perchè è quella della predicazione del Vangelo e dell'amministrazione dei Sacramenti. San Paolo è il vero Dottore del Preziosissimo Sangue.
Questa devozione prese la sua forma moderna da Santa Caterina da Siena, la profetessa del Preziosissimo Sangue e da San Giuseppe del Bufalo.
Alla luce di Maria il Preziosissimo Sangue diventa più prezioso, perchè solo in Lei raggiunge la sua piena efficacia redentrice.
Alla luce del Preziosissimo Sangue, Maria ci diventa più amabile, perchè Esso è dono suo, è Sangue suo e Gesù volle affidare i frutti di quel Sangue che da Lei aveva ricevuto
Come impegno per questo mese, proponiamoci di recitare ogni giorno la Preghiera e la Coroncina al Preziosissimo Sangue".
Coroncina al preziosissimo Sangue
1 Luglio

Coroncina brevissima
2 Luglio

Sette offerte all'Eterno Padre
4 Luglio

Novena alla B. V. Maria del Monte Carmelo
7-15 Luglio

La croce di S. Benedetto
11 Luglio

Novena ai SS. Gioacchino e Anna
18-24 Luglio

Novena al preziosissimo Sangue
18-24 Luglio

S. Brigida: Le Quindici Orazioni
23 Luglio
(da "IL LIBRO DELLE NOVENE", editrice Ancilla)

Coroncina al preziosissimo Sangue

1 Luglio

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

 

- O Dio, vieni a salvarmi.

- Signore, vieni presto in mio aiuto.

- Gloria al Padre...

 

1° Mistero - Gesù versò Sangue nella circoncisione (cfr Lc 1,59)

O Gesù, Figlio di Dio, con il primo Sangue che hai versato per la nostra salvezza, ci riveli il valore della vita e il dovere di affrontarla con fede e coraggio, nella luce del tuo nome e nella gioia della grazia.

 

- Pater e 5 Gloria

 

Ti supplichiamo, o Signore, di soccorrere i tuoi figli che hai redento con il tuo Sangue prezioso.

 

2° Mistero - Gesù versò Sangue nell'orto degli Ulivi (cfr Lc 22,39)

O Figlio di Dio, il tuo sudore di Sangue nel Getsemani susciti in noi l'odio al peccato, poiché l'offesa a Te è l'unico vero male che ruba il tuo amore e rende triste la nostra vita.

 

- Pater e 5 Gloria

 

Ti supplichiamo, o Signore, di soccorrere i tuoi figli che hai redento con il tuo Sangue prezioso.

 

Mistero - Gesù versò Sangue nella flagellazione (cfr Gv 19,1)

O Maestro divino, il Sangue della flagellazione ci sproni ad amare la purezza, perché possiamo vivere nell'intimità della tua amicizia e contemplare con occhi limpidi le meraviglie del creato. 

 

- Pater e 5 Gloria

 

Ti supplichiamo, o Signore, di soccorrere i tuoi figli che hai redento con il tuo Sangue prezioso.

 

Mistero - Gesù versò Sangue nella coronazione di spine (cfr Gv 19,2-5)

O Re dell'universo, il Sangue della coronazione di spine distrugga il nostro egoismo e il nostro orgoglio, perché possia­mo servire in umiltà i fratelli bisognosi e crescere nell'amore. 

 

- Pater e 5 Gloria

 

Ti supplichiamo, o Signore, di soccorrere i tuoi figli che hai redento con il tuo Sangue prezioso.

 

5° Mistero - Gesù versò Sangue sulla via al Calvario (cfr Gv 19,18)

O Salvatore del mondo, il Sangue versato sulla via del Calvario illumini il nostro cammino e ci aiuti a portare la croce con Te, per completare in noi la tua Passione.

 

- Pater e 5 Gloria

 

Ti supplichiamo, o Signore, di soccorrere i tuoi figli che hai redento con il tuo Sangue prezioso.

 

6° Mistero - Gesù versò Sangue nella crocifissione (cfr Lc 23,33-34)

O Agnello di Dio immolato per noi, insegnaci il perdono delle offese e l'amore ai nemici. E tu, Madre del Signore e nostra, rivelaci la potenza e le ricchezze del Sangue prezioso di Gesù. 

 

- Pater e 5 Gloria

 

Ti supplichiamo, o Signore, di soccorrere i tuoi figli che hai redento con il tuo Sangue prezioso.

 

Mistero - Gesù versò Sangue nel momento in cui fu trafitto al Cuore (cfr Gv 19,31)

O Cuore adorabile trafitto per noi, accogli le nostre preghie­re, le attese dei poveri, le lacrime dei sofferenti, le speranze dei popoli, perché tutta l'umanità si riunisca nel tuo regno di amo­re, di giustizia e di pace.

 

- Pater e 3 Gloria

 

Ti supplichiamo, o Signore, di soccorrere i tuoi figli che hai redento con il tuo Sangue prezioso.

 

LITANIE DEL PREZIOSISSIMO SANGUE

Signore, pietà                                                 Signore, pietà

Cristo, pietà                                                             Cristo, pietà

Signore, pietà                                                           Signore, pietà

 

Cristo, ascoltaci                                                       Cristo, ascoltaci

Cristo, esaudiscici                                           Cristo, esaudiscici

 

Padre celeste, Dio                                                     abbi pietà di noi

Figlio Redentore del mondo, Dio                                  abbi pietà di noi

Spirito Santo, Dio                                                     abbi pietà di noi

Santa Trinità, unico Dio                                           abbi pietà di noi

 

Sangue di Cristo, Unigenito dell’Eterno Padre                  salvaci

Sangue di Cristo, Verbo di Dio incarnato                             salvaci

Sangue di Cristo, della nuova ed eterna alleanza              salvaci

Sangue di Cristo, scorrente a terra nell’agonia                   salvaci

Sangue di Cristo, profuso nella flagellazione                       salvaci

Sangue di Cristo, stillante nella coronazione di spine   salvaci

Sangue di Cristo, effuso sulla croce                                          salvaci

Sangue di Cristo, prezzo della nostra salvezza                    salvaci

Sangue di Cristo, senza il quale non vi è perdono            salvaci

Sangue di Cristo, nell’Eucaristia bevanda e lavacro delle anime                                                                                     salvaci

Sangue di Cristo, fiume di misericordia                                  salvaci

Sangue di Cristo, vincitore dei demoni                                    salvaci

Sangue di Cristo, fortezza dei martiri                                       salvaci

Sangue di Cristo, vigore dei confessori                                    salvaci

Sangue di Cristo, che fai germogliare i vergini                    salvaci

Sangue di Cristo, sostegno dei vacillanti                                  salvaci

Sangue di Cristo, sollievo dei sofferenti                                   salvaci

Sangue di Cristo, consolazione nel pianto                              salvaci

Sangue di Cristo, speranza dei penitenti                                  salvaci

Sangue di Cristo, conforto dei morenti                                     salvaci

Sangue di Cristo pace e dolcezza dei cuori                             salvaci

Sangue di Cristo, pegno della vita eterna                                 salvaci

Sangue di Cristo, che liberi le anime del purgatorio         salvaci

Sangue di Cristo, degnissimo di ogni gloria ed onore      salvaci

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo   perdonaci, o Signore

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo  esaudiscici, o Signore

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo  abbi pietà di noi.

 

Ci hai redenti, o Signore, con il tuo Sangue

E ci hai fatti regno per il nostro Dio.

 

PREGHIAMO

O Padre, Dio onnipotente e misericordioso che nel Sangue prezioso del tuo unico Figlio hai redento il mondo, rinnova l'effusione redentrice del suo Sangue per noi e per tutta l'umanità, perchè otteniamo sempre frutti abbondanti di vita eterna. Pre Cristo nostro Signore. Amen.

 

GIACULATORIA

O Eterno Padre, Ti offro il Sangue Preziosissimo di Gesù Cristo in espiazione dei nostri peccati, in suffragio delle anime sante del Purgatorio e per i bisogni della Santa Chiesa.

 

Coroncina brevissima al Preziosissimo Sangue di Gesù

2 Luglio

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

- O Dio, vieni a salvarmi.

- Signore, vieni presto in mio aiuto.

- Gloria al Padre...

 

1 ° MISTERO - Gesù versò Sangue nella Circoncisione.

- 5 Gloria al Padre

- Ti supplichiamo, o Signore, di soccorrere i tuoi figli,  che hai redenti con il tuo Preziosissimo Sangue.

 

2 ° MISTERO - Gesù sudò Sangue nel­l'orto degli Ulivi.

- 5 Gloria al Padre

- Ti supplichiamo, o Signore, di soccorrere i tuoi figli,  che hai redenti con il tuo Preziosissimo Sangue.

 

3 ° MISTERO - Gesù versò Sangue nella Flagellazione.

- 5 Gloria al Padre

- Ti supplichiamo, o Signore, di soccorrere i tuoi figli,  che hai redenti con il tuo Preziosissimo Sangue.

 

4 ° MISTERO - Gesù versò Sangue nella Coronazione di spine.

- 5 Gloria al Padre

- Ti supplichiamo, o Signore, di soccorrere i tuoi figli,  che hai redenti con il tuo Preziosissimo Sangue.

 

5 ° MISTERO - Gesù versò Sangue nel Viaggio al Calvario.

- 5 Gloria al Padre

- Ti supplichiamo, o Signore, di soccorrere i tuoi figli,  che hai redenti con il tuo Preziosissimo Sangue.

 

6 ° MISTERO - Gesù versò Sangue nella Crocifissione.

- 5 Gloria al Padre

- Ti supplichiamo, o Signore, di soccorrere i tuoi figli,  che hai redenti con il tuo Preziosissimo Sangue.

 

7 ° MISTERO - Gesù versò Sangue nel momento in cui fu trafitto al Costato.

- 5 Gloria al Padre

- Ti supplichiamo, o Signore, di soccorrere i tuoi figli,  che hai redenti con il tuo Preziosissimo Sangue.

Sette offerte all'Eterno Padre

4 Luglio

1. Eterno Padre, ti offriamo il Sangue Preziosissimo che Gesù versò sulla Croce e ogni giorno offre sul l'altare, per la gloria del tuo santo nome, per l'avvento del tuo regno e per la salvezza di tutte le anime.


- Gloria al Padre...

Sia sempre benedetto e ringraziato Gesù, che col suo Sangue ci ha salvato.


2. Eterno Padre, ti offriamo il Sangue Preziosissimo che Gesù versò sulla Croce e ogni giorno offre sul l'altare, per la propagazione della Chiesa, per il Sommo Pontefice, per i vescovi, i sacerdoti, i religiosi e per la santificazione del popolo di Dio.


- Gloria al Padre...

Sia sempre benedetto e ringraziato Gesù, che col suo Sangue ci ha salvato.


3. Eterno Padre, ti offriamo il Sangue Preziosissimo che Gesù versò sulla Croce e ogni giorno offre sul l'altare, per la conversione dei peccatori, per l'amorosa adesione alla tua parola e per l'unit à di tutti i cristiani.


- Gloria al Padre...

Sia sempre benedetto e ringraziato Gesù, che col suo Sangue ci ha salvato.


4. Eterno Padre, ti offriamo il Sangue Preziosissimo che Gesù versò sulla Croce e ogni giorno offre sul l'altare, per l'Autorità civile, per la moralit à pubblica, per la pace e la giustizia tra i popoli.


- Gloria al Padre...

Sia sempre benedetto e ringraziato Gesù, che col suo Sangue ci ha salvato.


5. Eterno Padre, ti offriamo il Sangue Preziosissimo che Gesù versò sulla Croce e ogni giorno offre sul l'altare, per la consacrazione del lavoro e del dolore, per i poveri, gli infermi, i tribolati e per tutti coloro che confidano nelle nostre preghiere.


- Gloria al Padre...

Sia sempre benedetto e ringraziato Gesù, che col suo Sangue ci ha salvato.


 

6. Eterno Padre, ti offriamo il Sangue Preziosissimo che Gesù versò sulla Croce e ogni giorno offre sul l'altare, per le nostre necessità spirituali e temporali, per quelle dei parenti, amici e benefattori e dei nostri stessi nemici.


- Gloria al Padre...

Sia sempre benedetto e ringraziato Gesù, che col suo Sangue ci ha salvato.


7. Eterno Padre, ti offriamo il Sangue Preziosissimo che Gesù versò sulla Croce e ogni giorno offre sul l'altare, per coloro che oggi passeranno all'altra vita, per le anime del Purgatorio e per la loro eterna unione con Cristo nella gloria.


- Gloria al Padre...

Sia sempre benedetto e ringraziato Gesù, che col suo Sangue ci ha salvato.


Viva il Sangue di Gesù ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen.


PREGHIAMO

Onnipotente ed eterno Dio che hai costituito il tuo Figlio unigenito Redentore del modno e hai voluto essere placato dal suo Sangue, Ti preghiamo, concedici di venerare il prezzo della nostra salvezza, affinchè per la sua potenza siamo difesi sulla terra dai mali della vita presente, per poterne godere eternamente il frutto in cielo.

Per Cristo nostro Signore. Amen.

Novena alla B. V. Maria del Monte Carmelo

7 - 15 Luglio

****************************************

1° GIORNO

ORIGINE CELESTE DEL SANTO SCAPOLARE DEL CARMINE


I. O Maria, ai piedi di quel trono d'im­mensa luce su cui risplendi coronata di gloria, ecco che umilmente prostrati ti supplichiamo di volgere su di noi uno sguardo pietoso e di accendere nel nostro cuore una scintilla del tuo amore per cominciare bene questa novena che inten­diamo fare in tuo onore, affinché riesca a Te cara e per noi vantaggiosa.

- Ave Maria...

 

II. O Madre di grazia, quale straordinaria finezza d'amore manifestò il nostro Dio quando ti chiese di scendere dal Cielo e renderti visibile qui sulla terra, al solo fine di donarci il Sacro Scapolare, con cui segnasti fra tutti, come tuo, l'Ordine carmelitano! O Maria, se ognuno di noi riflettesse sulla gran­dezza di questo dono, con quale maggiore stima porterebbe il tuo Santo Abito e con quanta maggiore devozione lo onorerebbe.

- Ave Maria...

 

III. O Maria, come potremmo esaltare questo tuo dono così grande con il quale hai voluto contraddistinguerci? Se questo fu un effetto del tuo grande amore, fa', o Vergine, che sia anche un forte sti­molo per tutti noi per non essere ingrati ai tuoi doni e al tuo affetto.

- Ave Maria...

PREGHIERA

O, Vergine Benedetta, piena di grazia, Regina dei Santi, quanto mi è dolce venerarti con questo titolo di Madonna del Monte Carmelo! Esso mi richiama ai tempi profetici di Elia, quando tu fosti raffigurata sul Carmelo in quella piccola nube che poi, allargandosi, si aprì in una pioggia benefica, simbolo delle grazie san­tificatrici che ci provengono da Te.

Sin dai tempi apostolici Tu fosti onorata con questo misterioso titolo e ora mi ralle­gra il pensiero di unirmi ai tuoi primi devoti e con essi ti saluto, dicendoti: O Splendore del Carmelo, o Vergine delle ver­gini, ricordati di me miserabile, e mostra di essermi Madre. Diffondi in me sempre la luce di quella fede che ti fece Beata: infiam­mami di quell'amore celestiale onde Tu amasti tuo Figlio Gesù Cristo.

Molti dolori dell'anima e del corpo mi stringono da ogni parte e io mi rifugio come figlio all'ombra della tua protezione materna. Tu, Madre di Dio, che tanto puoi e tanto vali, ottienimi da Gesù bene­detto i doni celesti dell'umiltà, della castità, della mansuetudine; concedimi di essere forte nelle tentazioni e nelle ama­rezze che spesso mi travagliano.

Veglia con amore su di me che sono tuo figlio rivestito del tuo Santo Scapolare e risplendi sul mio cammino perché giunga alla vetta del monte che è Cristo Gesù, tuo Figlio e mio Signore. E quando si com­pirà, secondo il volere di Dio, la giornata del mio pellegrinaggio terreno, fa' che all'anima mia sia donata, per i meriti di Cristo e per la tua intercessione, la gloria del Paradiso. Amen.

- Salve, o Regina...


****************************************

2° GIORNO

IL SANTO ABITINO CI RENDE FIGLI ADOTTIVI DI MARIA


I. O Vergine piena di grazia, com'è grande l'amore che Ti spinse a donarci il sacro Abitino, quanto più grande ancora si manifesta il tuo affetto quando ci dichiari tuoi amatissimi figli! O Maria, che sublime dignità per noi, e quale stimolo il renderci il più possibile degni di tale Madre.

- Ave Maria...

 

II. O Maria, ci restano nel cuore le belle parole che Tu pronunciasti a San Simone Stock, presentandogli il sacro Scapolare: "Prendi , amato figlio, questo pegno del mio amore sarà per te e per tutti i confratelli del Carmine segno sicuro della mia protezione". Oh dolci, care parole! O Maria, Tu nostra Madre e noi tuoi figli!

- Ave Maria...

 

III. O Maria, tutti i fedeli possono vantarsi di essere tuoi figli perchè generati spiritualmente da Te ai piedi della Croce, nella persona di giovanni, tra gli spasimi del Calvario; ma non Ti è bastato questo: hai voluto generare di nuovo distinguendo da tutti, nel gaudio del cielo, quelli che indossano e ingegnoso il tuo amore nell'aiutarci!

- Ave Maria...

PREGHIERA

Vergine Benedetta, piena di grazia. Regina dei Santi, quanto mi è dolce venerarti con questo titolo di Madonna del Monte Carmelo! Esso mi richiama ai tempi profetici di Elia, quando tu fosti raffigurata sul Carmelo in quella piccola nube che poi, allargandosi, si aprì in una pioggia benefica, simbolo delle grazie san­tificatrici che ci provengono da Te.

Sin dai tempi apostolici Tu fosti onorata con questo misterioso titolo e ora mi ralle­gra il pensiero di unirmi ai tuoi primi devoti e con essi ti saluto, dicendoti: O Splendore del Carmelo, o Vergine delle ver­gini, ricordati di me miserabile, e mostra di essermi Madre. Diffondi in me sempre la luce di quella fede che ti fece Beata: infiam­mami di quell'amore celestiale onde Tu amasti tuo Figlio Gesù Cristo.

Molti dolori dell'anima e del corpo mi stringono da ogni parte e io mi rifugio come figlio all'ombra della tua protezione materna. Tu, Madre di Dio, che tanto puoi e tanto vali, ottienimi da Gesù bene­detto i doni celesti dell'umiltà, della castità, della mansuetudine; concedimi di essere forte nelle tentazioni e nelle ama­rezze che spesso mi travagliano.

Veglia con amore su di me che sono tuo figlio rivestito del tuo Santo Scapolare e risplendi sul mio cammino perché giunga alla vetta del monte che è Cristo Gesù, tuo Figlio e mio Signore. E quando si com­pirà, secondo il volere di Dio, la giornata del mio pellegrinaggio terreno, fa' che all'anima mia sia donata, per i meriti di Cristo e per la tua intercessione, la gloria del Paradiso. Amen.

- Salve, o Regina...


****************************************

3° GIORNO

COME FIGLI DI MARIA DOBBIAMO AMARLA


I. O Madre del Santo Amore, chi potrà mai contraddire la tua benevolenza verso i devoti del Carmine, poichè li hai innalzati ad essere tuoi amatissimi figli? noi non potremo mai ringraziarti abbastanza di tanta misericordia, ma, visto che sei stata tatno generosa, osiamo chiederti anche il dono di saper corrispondere al tuo amore con tutto il nostro cuore.

- Ave Maria...

 

II. O Maria, sarebbe giusto che quanto più il tuo Amore materno ci ha colmato di benefici, allo stesso modo noi dovremmo nutrire una filiale, ardentissima gratitudine verso di Te, al fine di contraccambiare così l'amore con l'amore, ma, poichè questo non è così facile per il nostro freddissimo cuore, accendilo Tu d'amore, donaci tanto amore quanto noi ne possiamo contenere affinchè possiamo ridonarlo a Te.

- Ave Maria...

 

III. Certamente ci hai dato il sacro Abitino come segno della tua materna protezione proprio perchè, distinti fra tutti dalla tua materna bontà, noi ci distinguiamo ancora fra tutti per il tenro e filiale amore verso di Te.

Oh, nostra dolce Mamma, aiutaci a consacrarci totalmente a Te e mantieni il nostro cuore sempre e tutto tuo e del tuo adorabile Gesù.

- Ave Maria...

PREGHIERA

Vergine Benedetta, piena di grazia. Regina dei Santi, quanto mi è dolce venerarti con questo titolo di Madonna del Monte Carmelo! Esso mi richiama ai tempi profetici di Elia, quando tu fosti raffigurata sul Carmelo in quella piccola nube che poi, allargandosi, si aprì in una pioggia benefica, simbolo delle grazie san­tificatrici che ci provengono da Te.

Sin dai tempi apostolici Tu fosti onorata con questo misterioso titolo e ora mi ralle­gra il pensiero di unirmi ai tuoi primi devoti e con essi ti saluto, dicendoti: O Splendore del Carmelo, o Vergine delle ver­gini, ricordati di me miserabile, e mostra di essermi Madre. Diffondi in me sempre la luce di quella fede che ti fece Beata: infiam­mami di quell'amore celestiale onde Tu amasti tuo Figlio Gesù Cristo.

Molti dolori dell'anima e del corpo mi stringono da ogni parte e io mi rifugio come figlio all'ombra della tua protezione materna. Tu, Madre di Dio, che tanto puoi e tanto vali, ottienimi da Gesù bene­detto i doni celesti dell'umiltà, della castità, della mansuetudine; concedimi di essere forte nelle tentazioni e nelle ama­rezze che spesso mi travagliano.

Veglia con amore su di me che sono tuo figlio rivestito del tuo Santo Scapolare e risplendi sul mio cammino perché giunga alla vetta del monte che è Cristo Gesù, tuo Figlio e mio Signore. E quando si com­pirà, secondo il volere di Dio, la giornata del mio pellegrinaggio terreno, fa' che all'anima mia sia donata, per i meriti di Cristo e per la tua intercessione, la gloria del Paradiso. Amen.

- Salve, o Regina...


****************************************

4° GIORNO

COME FIGLI DI MARIA DOBBIAMO IMITARLA


I.O grande Madre di Dio che per l'altezza dei tuoi meriti sei tanto superiore ad ogni creatura, nel vederci così miseri davanti a Te ci sembra impossibile poterti chiamare Mamma, Eppure è così! Tu che sei Madre di Dio, Tu stessa, nel donarci il sacro Abitino, Ti sei dichiarata nostra MAdre. Su, dunque, mostrati come sei e donaci la grazia di poter consocere la nostra dignità per corrispondere degnamente al grande immeritato onore di essere tuoi figli.

- Ave Maria...

 

II. O Maria, il nostro dovere di figli ci vuole sempre pronti e fedeli nell'imitare le tue belle virtù, perchè facendole nostre diventiamo simili a Te nelle opere. Come potremo adempiere a questo nostro dovere? Ci vantiamo di portare l'abito di tuoi figli, ma dove sono in noi le tue opere, o Maria?

- Ave Maria...

 

III. Quanto devono essere puri i figli di Maria, così amante del candore verginale, che per mantenere la sua purezza avrebbe rinunciato all'onore di essere madre! Sremmo dei miserabili se divenuti suoi figli ci preoccupassimo poco del candore del nostro cuore. Madre di purezza,concedi di lavare col pianto le nostre colpe passate e di preferire piuttosto la morte che il ritorno al peccato.

- Ave Maria...

PREGHIERA

Vergine Benedetta, piena di grazia. Regina dei Santi, quanto mi è dolce venerarti con questo titolo di Madonna del Monte Carmelo! Esso mi richiama ai tempi profetici di Elia, quando tu fosti raffigurata sul Carmelo in quella piccola nube che poi, allargandosi, si aprì in una pioggia benefica, simbolo delle grazie san­tificatrici che ci provengono da Te.

Sin dai tempi apostolici Tu fosti onorata con questo misterioso titolo e ora mi ralle­gra il pensiero di unirmi ai tuoi primi devoti e con essi ti saluto, dicendoti: O Splendore del Carmelo, o Vergine delle ver­gini, ricordati di me miserabile, e mostra di essermi Madre. Diffondi in me sempre la luce di quella fede che ti fece Beata: infiam­mami di quell'amore celestiale onde Tu amasti tuo Figlio Gesù Cristo.

Molti dolori dell'anima e del corpo mi stringono da ogni parte e io mi rifugio come figlio all'ombra della tua protezione materna. Tu, Madre di Dio, che tanto puoi e tanto vali, ottienimi da Gesù bene­detto i doni celesti dell'umiltà, della castità, della mansuetudine; concedimi di essere forte nelle tentazioni e nelle ama­rezze che spesso mi travagliano.

Veglia con amore su di me che sono tuo figlio rivestito del tuo Santo Scapolare e risplendi sul mio cammino perché giunga alla vetta del monte che è Cristo Gesù, tuo Figlio e mio Signore. E quando si com­pirà, secondo il volere di Dio, la giornata del mio pellegrinaggio terreno, fa' che all'anima mia sia donata, per i meriti di Cristo e per la tua intercessione, la gloria del Paradiso. Amen.

- Salve, o Regina...


****************************************

5° GIORNO

L'ABITINO DEL CARMINE E' SICURA DIFESA NEI PERICOLI DEL CORPO


I. Quante e quali grazie hai riversato in noi, dolce Maria, quando, contenta di guardarci con occhi di Madre, hai voluto impegnarti a difenderci in modo particolare da quei mali che da ogni parte tormentano la nostra vita sulla terra! Come dobbiamo essere sereni, nelle nostre miserie, sapendo che Maria ci protegge quale Madre amorosa, in tutti i pericoli!

- Ave Maria...

 

II. Tu stessa hai chiamato il sacro Abitino: "Rfugio di salvezza in ogni più grave pericolo". Che cosa dovremo temere dunque dopo aver ricevuto la tua assicurazione che nel tuo santo Abitino avremmo trovato un forte scudo e una fortissima difesa?

- Ave Maria...

 

III. Nessuno potrà comprendere l'immenso potere che Tu hai concesso al sacro Abito di operare meraviglie senza numero. Il cielo, la terra e gli elementi della creazione furono sempre soggetti ad esso e si mostrarono sempre rispettosi verso chiunque lo porta devotamente. Oh, mille volte felici coloro che indossano il tuo sacro Scapolare, sicuri di essere in ogni tempo soccorsi da Te, o Maria!

- Ave Maria...

PREGHIERA

Vergine Benedetta, piena di grazia. Regina dei Santi, quanto mi è dolce venerarti con questo titolo di Madonna del Monte Carmelo! Esso mi richiama ai tempi profetici di Elia, quando tu fosti raffigurata sul Carmelo in quella piccola nube che poi, allargandosi, si aprì in una pioggia benefica, simbolo delle grazie san­tificatrici che ci provengono da Te.

Sin dai tempi apostolici Tu fosti onorata con questo misterioso titolo e ora mi ralle­gra il pensiero di unirmi ai tuoi primi devoti e con essi ti saluto, dicendoti: O Splendore del Carmelo, o Vergine delle ver­gini, ricordati di me miserabile, e mostra di essermi Madre. Diffondi in me sempre la luce di quella fede che ti fece Beata: infiam­mami di quell'amore celestiale onde Tu amasti tuo Figlio Gesù Cristo.

Molti dolori dell'anima e del corpo mi stringono da ogni parte e io mi rifugio come figlio all'ombra della tua protezione materna. Tu, Madre di Dio, che tanto puoi e tanto vali, ottienimi da Gesù bene­detto i doni celesti dell'umiltà, della castità, della mansuetudine; concedimi di essere forte nelle tentazioni e nelle ama­rezze che spesso mi travagliano.

Veglia con amore su di me che sono tuo figlio rivestito del tuo Santo Scapolare e risplendi sul mio cammino perché giunga alla vetta del monte che è Cristo Gesù, tuo Figlio e mio Signore. E quando si com­pirà, secondo il volere di Dio, la giornata del mio pellegrinaggio terreno, fa' che all'anima mia sia donata, per i meriti di Cristo e per la tua intercessione, la gloria del Paradiso. Amen.

- Salve, o Regina...


****************************************

6° GIORNO

LO SCAPOLARE DEL CARMINE E' SICURA DIFESA DELL'ANIMA


I. Il sacro Abitino donatoci da Maria è segno di salvezza, non solo del corpo ma ancor più dell'anima. O Vergine Santa, la tua sollecitudine per le nostre necessità ci fa comprendere che vuoi essere per noi una tenera MAdre e accresce in noi la fiducia nella tua potentissima protezione!

- Ave Maria...

 

II. Se i sudditi chiedono aiuto alla loro regina, i figli alla propria madre, a chi dobbiamo ricorrere noi con fiducia nelle gravi angustie dello spirito, se non a Te sola, o Maria?

- Ave Maria...

 

III. I nemici sono molti e agguerriti e ci assediano e ci combattono continuamente da ogni parte. Tutto in noi e interono a noi è agiato e concorre per toglierci la pace del cuore. Vogliamo alzare gli occhi addolorati alla Stella propizia del Carmelo; invochiamo Maria con fervore e cesserà ben presto ogni tribolazione.

- Ave Maria...

PREGHIERA

Vergine Benedetta, piena di grazia. Regina dei Santi, quanto mi è dolce venerarti con questo titolo di Madonna del Monte Carmelo! Esso mi richiama ai tempi profetici di Elia, quando tu fosti raffigurata sul Carmelo in quella piccola nube che poi, allargandosi, si aprì in una pioggia benefica, simbolo delle grazie san­tificatrici che ci provengono da Te.

Sin dai tempi apostolici Tu fosti onorata con questo misterioso titolo e ora mi ralle­gra il pensiero di unirmi ai tuoi primi devoti e con essi ti saluto, dicendoti: O Splendore del Carmelo, o Vergine delle ver­gini, ricordati di me miserabile, e mostra di essermi Madre. Diffondi in me sempre la luce di quella fede che ti fece Beata: infiam­mami di quell'amore celestiale onde Tu amasti tuo Figlio Gesù Cristo.

Molti dolori dell'anima e del corpo mi stringono da ogni parte e io mi rifugio come figlio all'ombra della tua protezione materna. Tu, Madre di Dio, che tanto puoi e tanto vali, ottienimi da Gesù bene­detto i doni celesti dell'umiltà, della castità, della mansuetudine; concedimi di essere forte nelle tentazioni e nelle ama­rezze che spesso mi travagliano.

Veglia con amore su di me che sono tuo figlio rivestito del tuo Santo Scapolare e risplendi sul mio cammino perché giunga alla vetta del monte che è Cristo Gesù, tuo Figlio e mio Signore. E quando si com­pirà, secondo il volere di Dio, la giornata del mio pellegrinaggio terreno, fa' che all'anima mia sia donata, per i meriti di Cristo e per la tua intercessione, la gloria del Paradiso. Amen.

- Salve, o Regina...


****************************************

7° GIORNO

L'ABITINO DEL CARMINE DONA GRANDE CONFORTO

NELL'ORA DELLA MORTE


I. L'ora della morte rappresenta per noi un momento cruciale in cui abbiamo maggiormente bisogno di aiuto. Ma attendiamo serenamente quel momento perchè Tu hai promesso che a chiunque porta devotamente durante la vita il sacro Abitino del Carmelo, dimostrerai la tua tenerezza materna e la tua potentissima protezione.

- Ave Maria...

 

II. O Maria, ci hai onato il sacro Abitino come scudo  e difesa da ogni assalto dei nemici della nostra vita, ma quanto più dobbiamo sperare che ci assisterai con impegno ancora maggiore nel difficile momento della morte!

- Ave Maria...

 

III. Se una buona madre vedendo il proprio figlio in pericolo accorre sollecita per liberarlo, Tu, o Maria, che Ti dici nostra Madre amorosissima, come potrai non mostrarti tale in quel cruciale momento da cui dipende la nostra eterna felicità?

- Ave Maria...

PREGHIERA

Vergine Benedetta, piena di grazia. Regina dei Santi, quanto mi è dolce venerarti con questo titolo di Madonna del Monte Carmelo! Esso mi richiama ai tempi profetici di Elia, quando tu fosti raffigurata sul Carmelo in quella piccola nube che poi, allargandosi, si aprì in una pioggia benefica, simbolo delle grazie san­tificatrici che ci provengono da Te.

Sin dai tempi apostolici Tu fosti onorata con questo misterioso titolo e ora mi ralle­gra il pensiero di unirmi ai tuoi primi devoti e con essi ti saluto, dicendoti: O Splendore del Carmelo, o Vergine delle ver­gini, ricordati di me miserabile, e mostra di essermi Madre. Diffondi in me sempre la luce di quella fede che ti fece Beata: infiam­mami di quell'amore celestiale onde Tu amasti tuo Figlio Gesù Cristo.

Molti dolori dell'anima e del corpo mi stringono da ogni parte e io mi rifugio come figlio all'ombra della tua protezione materna. Tu, Madre di Dio, che tanto puoi e tanto vali, ottienimi da Gesù bene­detto i doni celesti dell'umiltà, della castità, della mansuetudine; concedimi di essere forte nelle tentazioni e nelle ama­rezze che spesso mi travagliano.

Veglia con amore su di me che sono tuo figlio rivestito del tuo Santo Scapolare e risplendi sul mio cammino perché giunga alla vetta del monte che è Cristo Gesù, tuo Figlio e mio Signore. E quando si com­pirà, secondo il volere di Dio, la giornata del mio pellegrinaggio terreno, fa' che all'anima mia sia donata, per i meriti di Cristo e per la tua intercessione, la gloria del Paradiso. Amen.

- Salve, o Regina...


****************************************

8° GIORNO

LO SCAPOLARE DEL CARMINE ABBREVIA LE PENE DEL PURGATORIO


I. O Vergine buona! Non contenta d'assistere e proteggere continuamente durante la vita e nell'ora della morte coloro che indossano il tuo sacro Abitino, vuoi proteggerli particolarmente anche in Purgatorio. questa grazia, o Maria, corona ogni corona, ed è degna soltanto della Madre di misericordia.

- Ave Maria...

 

II. Altri amici, forse poco dopo la nostra morte, scordandosidi noi, ci lasceranno penare senza conforto in Purgatorio; Maria, invece, ci guarderà amorevolmente e noi, tra quelle fiamme e quei tormenti, potremo tendere con sicurezza le mani verso di Lei per l'opportuno soccorso. Sia benedetto mille volte il tuo santo Abito, o Maria, che ci rende figli di una Madre così pietosa.

- Ave Maria...

 

III. Se il ricordo dei randissimi debiti contratti con Dio porta con sè grande spavento per un'anima cristiana che sa bene di doverli scontare tutti nel fuoco purificatore del Purgatorio, rallegriamoci pure e confidiamo in Maria che sarà la dolce brezza che mitigherà le fiamme di quell'ardente fornace e che ci condurrà al Monte santo dell'eterna gloria.

- Ave Maria...

PREGHIERA

Vergine Benedetta, piena di grazia. Regina dei Santi, quanto mi è dolce venerarti con questo titolo di Madonna del Monte Carmelo! Esso mi richiama ai tempi profetici di Elia, quando tu fosti raffigurata sul Carmelo in quella piccola nube che poi, allargandosi, si aprì in una pioggia benefica, simbolo delle grazie san­tificatrici che ci provengono da Te.

Sin dai tempi apostolici Tu fosti onorata con questo misterioso titolo e ora mi ralle­gra il pensiero di unirmi ai tuoi primi devoti e con essi ti saluto, dicendoti: O Splendore del Carmelo, o Vergine delle ver­gini, ricordati di me miserabile, e mostra di essermi Madre. Diffondi in me sempre la luce di quella fede che ti fece Beata: infiam­mami di quell'amore celestiale onde Tu amasti tuo Figlio Gesù Cristo.

Molti dolori dell'anima e del corpo mi stringono da ogni parte e io mi rifugio come figlio all'ombra della tua protezione materna. Tu, Madre di Dio, che tanto puoi e tanto vali, ottienimi da Gesù bene­detto i doni celesti dell'umiltà, della castità, della mansuetudine; concedimi di essere forte nelle tentazioni e nelle ama­rezze che spesso mi travagliano.

Veglia con amore su di me che sono tuo figlio rivestito del tuo Santo Scapolare e risplendi sul mio cammino perché giunga alla vetta del monte che è Cristo Gesù, tuo Figlio e mio Signore. E quando si com­pirà, secondo il volere di Dio, la giornata del mio pellegrinaggio terreno, fa' che all'anima mia sia donata, per i meriti di Cristo e per la tua intercessione, la gloria del Paradiso. Amen.

- Salve, o Regina...


****************************************

9° GIORNO

L'ABITINO DEL CARMINE E' SEGNO DI ETERNA PREDESTINAZIONE


I. O Madre, nel donarci il sacro Abitino promettesti di darci una divisa di particolare, eterna predestinazione. O Vergine generosissima, giustamente si disse che i Carmelitani sono i tuoii figli privilegiati. Il tuo grande amore materno giunse al massimo!

Non potevi concederci grazia più grande, nè noi potevamo desiderare una maggiore di questa, dolcissima Maria.

- Ave Maria...

 

II. Quando Maria promise che portando sempre virtuosamente il sacro Abitino saremmo entrati nel fortunato numero degli eletti alla gloria, ci diede il dono più bello! Che prerogativa eccezionale questa del tuo Abito, o Mamma!

- Ave Maria...

 

III. Se chiunque vive e riposa sotto la protezione della grande Madre di misericordia non si penrderà in eterno, tanto meno dobbiamo temere noi della nostra sorte felice poichè Tu stessa, o Maria, tramite San Simone, ci rassicurasti di impegnare tutto il tuo potere per a nostra salvezza.

- Ave Maria...

PREGHIERA

Vergine Benedetta, piena di grazia. Regina dei Santi, quanto mi è dolce venerarti con questo titolo di Madonna del Monte Carmelo! Esso mi richiama ai tempi profetici di Elia, quando tu fosti raffigurata sul Carmelo in quella piccola nube che poi, allargandosi, si aprì in una pioggia benefica, simbolo delle grazie san­tificatrici che ci provengono da Te.

Sin dai tempi apostolici Tu fosti onorata con questo misterioso titolo e ora mi ralle­gra il pensiero di unirmi ai tuoi primi devoti e con essi ti saluto, dicendoti: O Splendore del Carmelo, o Vergine delle ver­gini, ricordati di me miserabile, e mostra di essermi Madre. Diffondi in me sempre la luce di quella fede che ti fece Beata: infiam­mami di quell'amore celestiale onde Tu amasti tuo Figlio Gesù Cristo.

Molti dolori dell'anima e del corpo mi stringono da ogni parte e io mi rifugio come figlio all'ombra della tua protezione materna. Tu, Madre di Dio, che tanto puoi e tanto vali, ottienimi da Gesù bene­detto i doni celesti dell'umiltà, della castità, della mansuetudine; concedimi di essere forte nelle tentazioni e nelle ama­rezze che spesso mi travagliano.

Veglia con amore su di me che sono tuo figlio rivestito del tuo Santo Scapolare e risplendi sul mio cammino perché giunga alla vetta del monte che è Cristo Gesù, tuo Figlio e mio Signore. E quando si com­pirà, secondo il volere di Dio, la giornata del mio pellegrinaggio terreno, fa' che all'anima mia sia donata, per i meriti di Cristo e per la tua intercessione, la gloria del Paradiso. Amen.

- Salve, o Regina...

La croce di S. Benedetto

11 Luglio

Per respingere le insidie di satana

 

San Benedetto fu in vari modi tentato dal diavolo e sempre ne uscì vittorioso. Esortava a segnarsi con la croce il cuore per essere liberati dalle suggestioni diaboliche. Da secoli è viva la devozione alla "Medaglia o Croce di San Benedetto", particolarmente efficace contro le tentazioni del maligno.

 

Su una faccia della medaglia è raffigurato il Santo con la croce e la regola nelle mani; in basso una vipera che esce da una coppa ricorda il miracolo operato dal Santo con il segno della croce. Vi è poi una scritta in latino che significa: " Croce del Santo Padre Benedetto - ci aiuti con la tua presenza nella nostra morte".

 

Per aiutare i moribondi e rimettere loro la pena temporale che avrebbero dovuto espiare in Purgatorio, la Chiesa benedice dei crocifisso  che si chiamano "Crocifissi della Buona Morte".

Essa vi annette un'indulgenza plenaria, che si può guadagnare in punto di morte. "Ogni fedele - dice Pio X - che bacerà uno di questi crocifissi così benedetto (anche se non gli appartiene) o che lo toccherà in qualche modo, potrà guadagnare l'indulgenza plenaria a condizione che si sia confessato ed abbia ricevuto la Santa comunione, o, se non lo potesse fare, avendo almeno la contrizione dei suoi peccati, che egli invochi con tutto il cuore (se non lo potesse fare con la bocca) il Santissimo Nome di Gesù, ed accetti con rassegnzione la morte dalle mani di Dio, a penitenza deisuoi peccati".

(Dichiarazione del Sant'Ufficio, 11 giugno 1914)

PREGHIERA

 

(segno di croce) Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

 

Croce del Santo Padre Benedetto.

Croce santa, sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo.

Va' indietro, satana; non mi persuaderai mai  di cose vane;

sono mali le bevande che mi versi, bevi tu stesso il tuo veleno.

 

(segno di croce) Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

 

Novena ai Ss. Gioacchino e Anna

18 - 25 Luglio

Maria desidera che imitiamo il rispetto che Ella aveva per sua madre.

 

"Provo una grande gioia, per le lodi che si indirizzano a mia madre ed io sarò sempre riconoscente a tutti quelli che per farmi piacere la onoreranno" (la Madonna ad un suo devoto).

 

La venerabile Marina d'Escobar aveva chiesto a papa Gregorio XV una festa liturgica per onorare San Gioacchino. La Vergine Maria le apparve e le disse: "Vengo ad esprimerti tutta la mia riconoscenza per il piacere che mi hai procurato facendo istituire una festa in onore di mio padre. Sta' certa che Dio non ti sarà avaro di ricompense ed io, da parte mia, sarò generosa a tuo riguardo".

Recitare ogni giorno della novena la Preghiera di Sant'anna e la Preghiera di San Gioacchino, e meditare un passo della Sacra Scrittura sui genitori.

 

***********************

PREGHIERA A SANT'ANNA

 

O gloriosa madre di Maria, sant'Anna, per quell'invitta pazienza con cui tol­lerasti la tua penosa sterilità, ottieni a noi pure una costante rassegnazione in tutti i travagli di questa vita.

- Gloria al Padre...

- Sant'Anna, madre della Madre di Dio, prega per noi.


O gloriosa madre di Maria, sant’Anna, per la fervorosa ed incessante preghiera con cui chiedevi a Dio di essere consolata con la fecondità, ottienici un vero spirito di preghiera per accrescere nel nostro cuore sante virtù.

- Gloria al Padre...

- Sant'Anna, madre della Madre di Dio, prega per noi.


O gloriosa madre di Maria, sant'Anna, per la rigorosa mortificazione che unisti alle tue preghiere per essere più facilmente esaudita da Dio, fa' che anche noi accompagniamo il fervore dell'orazio­ne con lo spirito della mortificazione per renderci meritevoli di grazie celesti.

- Gloria al Padre...

- Sant'Anna, madre della Madre di Dio, prega per noi.


O gloriosa madre di Maria, sant'Anna, per la dolce violenza che facesti al Cuore di Dio con le tue grandi elemosine ed opere di carità, ottienici dal Signore una carità simile alla tua, affinché Egli abbia misericordia di noi.

- Gloria al Padre...

- Sant'Anna, madre della Madre di Dio, prega per noi.


O gloriosa madre di Maria, sant'Anna, per la santa fiducia con cui speravi la realizzazione dei tuoi desideri, ottienici una fiducia fermissima, con cui ci assicu­riamo i favori del Cielo.

- Gloria al Padre...

- Sant'Anna, madre della Madre di Dio, prega per noi.


O gloriosa madre di Maria, sant’Anna, per la grande riconoscenza che dimostrasti a Dio quando ti accorgesti di divenire madre per sua grazia, fa' che siamo sempre grati e riconoscenti a Dio per i con­tinui favori che riceviamo da Lui e ci ren­diamo degni di riceverne ancora.

- Gloria al Padre...

- Sant'Anna, madre della Madre di Dio, prega per noi.


O gloriosa madre di Maria, sant'Anna, per quel puro e santo amore che concepisti verso Maria quando diventasti sua fortuna­tissima madre, ottienici di amare sempre que­sta tua Figlia così santa e nostra Madre così cara, per meritarci la sua protezione.

- Gloria al Padre...

- Sant'Anna, madre della Madre di Dio, prega per noi.


O gloriosa madre di Maria, sant'Anna, per il grande sacrificio di offrire la tua Bambina fin dai più teneri anni al divi­no servizio del tempio, ottienici di poter con santo coraggio sacrificare a Dio qua­lunque cosa Egli voglia chiederci per obbe­dire alla sua santa Volontà e per ottenere le sue benedizioni.

- Gloria al Padre...

- Sant'Anna, madre della Madre di Dio, prega per noi.


O gloriosa madre di Maria, sant'Anna, per quella santità fervorosa con cui servisti Dio in tutti i giorni della tua vita, degnati di pregare il Signore di farci vivere da giusti e santi sino alla fine dei nostri giorni.

- Gloria al Padre...

- Sant'Anna, madre della Madre di Dio, prega per noi.

 

***********************

PREGHIERA A SAN GIOACCHINO

 

O grande e glorioso San Gioacchino, quan­to sono felice pensando che fosti eletto fra tutti i santi a cooperare ai divini misteri e ad arricchire il mondo della Madre di Dio, Maria Santissima! Per questo singolare privi­legio divenisti potentissimo presso la Madre e il Figlio, per ottenerci le grazie necessarie.


Con tale fiducia ricorro alla tua protezione e ti raccomando tutte le necessità mie e della mia famiglia, spirituali e temporali; ti raccomando inoltre la grazia particolare che desidero e che attendo dalla tua pater­na intercessione... e poiché fosti modello perfetto di vita interiore, ottienimi il rac­coglimento e il distacco da tutti i beni pas­seggeri di questa terra e un amore vivo e perseverante a Gesù e a Maria.


Ti prego d'implorare per me all'Eterno Padre devozione e obbedienza sincera alla santa Chiesa e al sommo Pontefice che la governa, e ti prego di chiedere al Signore che io possa vivere e morire nella fede, speranza e carità perfette, invocando i nomi Santissi­mi di Gesù e di Maria, e salvarmi. Amen.

- Gloria al Padre...

- San Gioacchino, felice padre della Madre di Dio, prega per noi.

 

***********************

 

PER OGNI GIORNO DELLA NOVENA,
MEDITIAMO UN PASSO DELLA SACRA SCRITTURA SUI GENITORI.

 

1°GIORNO: "Chi onora il padre espia i peccati; chi riverisce la madre è come chi accumula tesori" (Sir 3,3-4).


2°GIORNO: "Chi riverisce il padre vivrà a lungo" (Sir 3,6).


3°GIORNO: "Chi insulta la madre è maledetto dal Signore" (Sir 3,16).


4°GIORNO: "Ascolta tuo padre che ti ha generato, non disprezzare tua madre quando è vecchia" (Pr 23,22).


5°GIORNO: "Se qualcuno non si prende cura dei suoi cari, soprattutto di quelli della sua famiglia, costui ha rinnegato la fede ed è peggiore di un infedele" (1 Tm 5,8).


6°GIORNO: "Chi onora il padre, avrà gioia dai propri figli e sarà esaudito nel giorno della sua preghierai" (Sir 3,5).


7°GIORNO: "Un figlio stolto è un tormento per il padre e un'amarezza per colei che lo ha partorito" (Pr 17,25).


8°GIORNO: "Il Signore vuole che il padre sia onorato dai figli" (Pr 10,1).


9°GIORNO: "Onora tuo padre e tua madre, come il signore Dio tuo ti ha comandato, perchè la tua vita sia lunga e tu sii felice nel paese che il Signore tuo Dio ti dà" (Dt 5,16).

 

***********************

Novena al preziosissimo Sangue

18 - 24 Luglio

(da recitare per sette giorni)

1° GIORNO

1 - Eterno Padre, Ti offriamo i meriti del Preziosissimo Sangue versato dal tuo diletto Figlio durante la sua circoncisione, per la santificazione della chiesa e del suo Capo, e per la liberazione delle anime del Purgatorio, specialmente della più abbandonata.

- Gloria al Padre...

2 - Eterno Padre, Ti offro il Sangue Preziosissimo di Gesù Cristo, in riparazione dei miei peccati, per i bisogni della santa chiesa, in suffragio delle Anime Sante del Purgatorio.

- Gloria al Padre...

- Sangue di Gesù, salvaci Tu.

 

2° GIORNO

1 - Eterno Padre, Ti offriamo i meriti del Preziosissimo Sangue versato dal tuo diletto Figlio durante la sua agonia nell'Orto e Ti chiediamo la pace fra le nazioni, l'umiliazione dei nemici della Chiesa, la grazia di cui tanto abbiamo bisogno, la liberazione delle anime del Purgatorio, specialmente della più prossima all'ingresso nella tua gloria.

- Gloria al Padre...

2 - Eterno Padre, Ti offro il Sangue Preziosissimo di Gesù Cristo, in riparazione dei miei peccati, per i bisogni della santa chiesa, in suffragio delle Anime Sante del Purgatorio.

- Gloria al Padre...

- Sangue di Gesù, salvaci Tu.

 

3° GIORNO

1 - Eterno Padre, Ti offriamo i meriti del Preziosissimo Sangue versato dal tuo diletto Figlio durante la sua flagellazione e Ti chiediamo di infondere la tua luce sugli eretici, gli Ebrei e gli infedeli. Ti supplichiamo inoltre per la conversione dei peccatori e la liberazione delle anime del Purgatorio, specialmente di quelle che devono trascorrere maggior tempo in quelle pene.

- Gloria al Padre...

2 - Eterno Padre, Ti offro il Sangue Preziosissimo di Gesù Cristo, in riparazione dei miei peccati, per i bisogni della santa chiesa, in suffragio delle Anime Sante del Purgatorio.

- Gloria al Padre...

- Sangue di Gesù, salvaci Tu.

 

4° GIORNO

1 - Eterno Padre, Ti offriamo i meriti del Preziosissimo Sangue versato dal tuo diletto Figlio nella sua coronazione di spine e Ti chiediamo tutte le grazie necessarie a noi, ai nostri parenti, amici e nemici, e la liberazione delle Anime del Purgatorio, specialmente di quella più ricca di meriti dinanzi a Te.

- Gloria al Padre...

2 - Eterno Padre, Ti offro il Sangue Preziosissimo di Gesù Cristo, in riparazione dei miei peccati, per i bisogni della santa chiesa, in suffragio delle Anime Sante del Purgatorio.

- Gloria al Padre...

- Sangue di Gesù, salvaci Tu.

 

5° GIORNO

1 - Eterno Padre, Ti offriamo i meriti del Preziosissimo Sangue versato dal tuo diletto Figlio durante la salita al Calvario e Ti chiediamo la salvezza di quelli che oggi stanno per comparire davanti al tuo tribunale e la liberazione delle anime del Purgatorio, specialmente di quella più devota al tuo Preziosissimo Sangue.

- Gloria al Padre...

2 - Eterno Padre, Ti offro il Sangue Preziosissimo di Gesù Cristo, in riparazione dei miei peccati, per i bisogni della santa chiesa, in suffragio delle Anime Sante del Purgatorio.

- Gloria al Padre...

- Sangue di Gesù, salvaci Tu.

 

6° GIORNO

1 - Eterno Padre, Ti offriamo i meriti del Preziosissimo Sangue versato dal tuo diletto Figlio nella sua crocifissione per tutti i Sacerdoti che di questo Sangue sono ministri e per la liberazione delle anime del Purgatorio, specialmente di quella verso cui siamo più obbligati.

- Gloria al Padre...

2 - Eterno Padre, Ti offro il Sangue Preziosissimo di Gesù Cristo, in riparazione dei miei peccati, per i bisogni della santa chiesa, in suffragio delle Anime Sante del Purgatorio.

- Gloria al Padre...

- Sangue di Gesù, salvaci Tu.

 

7° GIORNO

1 - Eterno Padre, Ti offriamo i meriti del Preziosissimo Sangue versato dal tuo diletto Figlio quando la lancia gli aprì il costato e Ti chiediamo che scenda a salvezza di tutti quelli per cui fu versato e per la liberazione delle Anime del Purgatorio, specialmente di quella più devota della Madonna.

- Gloria al Padre...

2 - Eterno Padre, Ti offro il Sangue Preziosissimo di Gesù Cristo, in riparazione dei miei peccati, per i bisogni della santa chiesa, in suffragio delle Anime Sante del Purgatorio.

- Gloria al Padre...

- Sangue di Gesù, salvaci Tu.

 

 

S. Brigida, Le quindici orazioni

23 Luglio

 

PRIMA ORAZIONE

 

O Signore Gesù Cristo, eterna dolcezza di coloro che ti amano, giubilo che trapassa ogni gioia ed ogni desiderio, salute ed amore di coloro che si pentono, ai quali dicesti: “Le mie delizie sono con i figlioli degli uomini“, essendoti  fatto uomo per loro salvezza ricordati di quelle cose che ti mossero a prendere la carne umana e di quello che sopportasti dal principio della tua incarnazione fino al salutifero tempo del tuo patire, ab aeterno ordinato nel Dio Uno e Trino. Ricordati del dolore che, come affermi tu stesso, ebbe l’anima tua, quando dicesti: “Mesta è l’anima mia fino alla morte“ quando nell’ultima cena che tu facesti coi tuoi discepoli, dando loro per vivanda il corpo e sangue tuoi, lavando i loro piedi e amorevolmente consolandoli predicesti la tua imminente Passione. Ricordati del tremito, dell’angustia e dolore che sopportasti nel santissimo corpo, prima di andare sul patibolo della Croce, quando dopo l’avere tu fatto tre volte orazione al Padre, pieno di sudor di sangue, ti vedesti tradito da uno dei tuoi discepoli, preso dal tuo popolo eletto, accusato da falsi testimoni, iniquamente da tre giudici condannato a morte, nel più solenne tempo della Pasqua, tradito, burlato, spogliato dei tuoi vestiti, percosso nella faccia (con gli occhi bendati), legato alla colonna, flagellato e coronato di spine. Concedimi adunque, ti prego dolcissimo Gesù, per le memorie che serbo di queste pene, prima della mia morte, sentimenti di vera contrizione, una sincera confessione e remissione di tutti i miei peccati. Amen. O Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore! Amen. O Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, per la salute degli uomini crocifisso, regnante ora in cielo, abbi di noi pietà.  

- Padre nostro...

- Ave Maria...

SECONDA ORAZIONE


O Gesù, vera letizia degli Angeli e Paradiso di delizie, ricordati degli orribili tormenti che provasti, quando i nemici tuoi, come ferocissimi leoni, avendoti circondato con schiaffi, sputi, graffi ed altri inauditi supplizi, ti lacerarono; e per le ingiuriose parole, per le aspre percosse e durissimi tormenti, con i quali i nemici tuoi t’afflissero, io ti supplico che voglia liberarmi dai miei nemici così visibili come invisibili, e concedi che sotto l’ombra delle ali tue io ritrovi la protezione dell’eterna salute. Amen. O Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore. O Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, per la salute degli uomini crocifisso, regnante ora in cielo, abbi di noi pietà.

- Padre nostro...

- Ave Maria...

TERZA ORAZIONE


O Verbo incarnato. Onnipotente creatore del mondo, che sei immenso, incomprensibile e puoi racchiudere l’universo nello spazio di un palmo, ricordati dell’amarissimo dolore che sopportasti quando le santissime tue mani e piedi furono confitti con chiodi acuminati sul legno della croce. Oh! Qual dolore provasti, o Gesù, allorché i perfidi crocifissori dilaniarono le tue membra e sciolsero le congiunture delle tue ossa, tirarono il tuo corpo per ogni verso, a loro piacere. Ti prego per la memoria di questi dolori sopportati da te sopra la croce, che tu mi voglia concedere ch’io ti ami e tema quanto si conviene. Amen. O Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore. O Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, per la salute degli uomini crocifisso, regnante ora in cielo, abbi di noi pietà.  

- Padre nostro...

- Ave Maria...

QUARTA ORAZIONE


O Signore Gesù Cristo Celeste Medico, ricordati delle sofferenze e dei dolori che sentisti nelle tue già lacerate membra, mentre si levava in alto la croce. Dai piedi alla testa eri tutto un cumulo di dolori; e nondimeno ti scordasti di tanta pena, e porgesti pietosamente preghiere al Padre per i nemici tuoi dicendo: “Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno“. Per questa smisurata carità e misericordia e per la memoria di questi dolori concedimi di ricordarmi della tua amatissima Passione, affinché essa mi giovi per una piena remissione di tutti i miei peccati. Amen. O Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore. O Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, per la salute degli uomini crocifisso, regnante ora in cielo, abbi di noi pietà.

- Padre nostro...

- Ave Maria...

 

QUINTA ORAZIONE


Rammentati, o Signore Gesù Cristo, specchio di eterna chiarezza, dell’afflizione che avesti quando, veduta la predestinazione di quelli eletti che, mediante la tua Passione, dovevano salvarsi, prevedesti ancora che molti non ne avrebbero profittato. Pertanto ti chiedo per la profondità della misericordia che mostrasti non solo nell’aver dolore dei perduti e disperati, ma nell’adoperarla verso il ladrone quando gli dicesti: “Oggi sarai meco in paradiso“, che tu voglia pietoso Gesù, adoperarla sopra di me al punto della mia morte. Amen. O Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore. O Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, per la salute degli uomini crocifisso, ragnante ora in cielo, abbi di noi pietà.

- Padre nostro...

- Ave Maria...

 

SESTA ORAZIONE


O Gesù Re amabile, ricordati del dolore che provasti, quando nudo e disprezzato pendesti in Croce, senza avere, fra tanti amici e conoscenti che t’erano d’intorno, chi ti consolasse, eccetto la tua diletta Madre, alla quale raccomandasti il discepolo prediletto, dicendo: “Donna, ecco il tuo figlio; ed al discepolo: ecco la tua Madre“.    Fiducioso ti prego, pietosissimo Gesù, per il coltello del dolore che allora le trapassò l’anima, che tu abbia compassione di me nelle afflizioni e tribolazioni mie così del corpo come dello spirito, e mi consoli, porgendomi aiuto e gaudio in ogni prova ed avversità. Amen. O Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore. O Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, per la salute degli uomini crocifisso, regnante ora in cielo, abbi di noi pietà.

- Padre nostro...

- Ave Maria...

SETTIMA ORAZIONE


O Signore, Gesù Cristo, fonte di dolcezza inestinguibile che mosso da intimo affetto di amore, dicesti in Croce: “Io ho sete, cioè desidero sommamente la salute del genere umano”, accendi, ti preghiamo, in noi il desiderio di operare perfettamente, spegnendo del tutto la sete delle concupiscenze peccaminose e il fervore dei piaceri mondani. Amen. O Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore. O Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, per la salute degli uomini crocifisso, regnante ora in cielo, abbi di noi pietà.

- Padre nostro...

- Ave Maria...

OTTAVA ORAZIONE


O Signore Gesù Cristo, dolcezza dei cuori e soavità grandissima delle menti, concedi a noi miseri peccatori, per l’amarezza dell’aceto e del fiele che per noi gustasti nell’ora della tua morte, che in ogni tempo, specialmente nell’ora del morire nostro, noi ci possiamo cibare del Corpo e Sangue tuo non indegnamente, ma in rimedio e consolazione delle anime nostre. Amen. O Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore. O Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, per la salute degli uomini crocifisso, regnante ora in cielo, abbi di noi pietà.

- Padre nostro...

- Ave Maria...

NONA ORAZIONE


O Signore Gesù Cristo, giubilo della mente, ricordati dell’angustia e dolore che patisti quando per l’amarezza della morte e l’insulto dei giudei gridasti al Padre tuo: “Eloi, Eloi, lamma sabactani; cioè: Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?”. Per questo ti chiedo che nell’ora della mia morte tu non mi abbandoni. Signor mio e Dio mio. Amen. O Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore. O Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, per la salute degli uomini crocifisso, regnante ora in cielo, abbi di noi pietà.

- Padre nostro...

- Ave Maria...

 

DECIMA ORAZIONE


O Signore Gesù Cristo, principio e termine ultimo del nostro amore, che dalla pianta dei piedi alla cima del capo ti sommergesti nel mare dei patimenti ti prego, per le larghe e profondissime tue piaghe, che mi voglia insegnare ad operare perfettamente con vera carità nella legge e nei precetti tuoi. Amen. O Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore.    O Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, per la salute degli uomini crocifisso, regnante ora in cielo, abbi di noi pietà.

- Padre nostro...

- Ave Maria...

  

UNDICESIMA ORAZIONE


O Signore Gesù Cristo, profondo abisso di pietà e di misericordia io ti domando, per la profondità delle piaghe che trapassarono non solo la carne tua e le midolla delle ossa, ma anche le più intime viscere, che ti piaccia sollevare me, sommerso nei peccati e nascondermi nelle aperture delle tue ferite. Amen. O Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore. O Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, per la salute degli uomini crocifisso, regnante ora in cielo, abbi di noi pietà.

- Padre nostro...

- Ave Maria...

DODICESIMA ORAZIONE


O Signore Gesù Cristo, specchio di verità, segno d’unità e legame di carità, abbi in mente le innumerevoli ferite di cui fu ricoperto il tuo Corpo, lacerato dagli empi Giudei e imporporato del tuo stesso preziosissimo Sangue. Scrivi, ti prego, con quello stesso Sangue nel cuore mio le tue ferite, affinché, nella meditazione del tuo dolore e del tuo amore, si rinnovi in me ogni giorno il dolore del tuo patire, si accresca l’amore, ed io perseveri continuamente nel renderti grazie sino alla fine della mia vita, cioè fino a quando io non verrò da te, pieno di tutti i beni e di tutti i meriti che ti degnasti donarmi dal tesoro della tua Passione. Amen. O Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore. O Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, per la salute degli uomini crocifisso, regnante ora in cielo, abbi di noi pietà.

- Padre nostro...

- Ave Maria...

TREDICESIMA ORAZIONE


O Signore Gesù Cristo, Re invittissimo ed immortale, rammentati del dolore che sentisti quando, essendo tutte le forze del Corpo e del Cuore tuo venute meno, inchinando il capo dicesti:  “Tutto è compiuto“. Perciò ti prego per tale angustia e dolore, che tu abbia misericordia di me nell’ultima ora della mia vita, quando sarà l’anima mia turbata dall’ansia dell’agonia. Amen. O Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore. O Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, per la salute degli uomini crocifisso, regnante ora in cielo, abbi di noi pietà.

- Padre nostro...

- Ave Maria...

 

QUATTORDICESIMA ORAZIONE


O Signore Gesù Cristo, Unigenito dell’altissimo Padre, splendore e figura della sostanza sua, ricordati dell’umile preghiera con la quale raccomandasti lo spirito tuo dicendo: “Padre, raccomando nelle tue mani lo spirito mio” . E dopo piegato il capo e aperte le viscere per riscattare, esclamando mandasti fuori l’ultimo respiro. Per questa preziosissima morte ti prego, Re dei Santi, che mi faccia forte nel resistere al diavolo, al mondo ed alla carne, affinché morto al mondo, io viva a te solo, e tu riceva nell’ultima ora della mia vita lo spirito mio, che dopo lungo esilio e pellegrinaggio desidera di ritornare alla sua patria. Amen. O Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore. O Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, per la salute degli uomini crocifisso, regnante ora in cielo, abbi di noi pietà.

- Padre nostro...

- Ave Maria...

 

QUINDICESIMA ORAZIONE


O Signore Gesù Cristo, vera e feconda vita, ricordati dell’abbondante effusione del sangue tuo, allorché piegato il capo sulla Croce, il soldato  Longino ti squarciò il costato da cui uscirono le ultime gocce di sangue ed acqua. Per questa amarissima Passione ferisci, ti prego, dolcissimo Gesù, il cuor mio, affinché, giorno e notte io versi lacrime di penitenza e di amore: convertimi totalmente a te perché il mio cuore sia perpetua abitazione di te e la conversione mia ti piaccia e ti sia accetta, ed il termine della mia vita sia lodevole, per lodarti insieme con tutti i Santi in eterno. Amen. O Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore. O Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, per la salute degli uomini crocifisso, regnante ora in cielo, abbi di noi pietà.

- Padre nostro...

- Ave Maria...

 

PREGHIERA: O Signore mio Gesù Cristo, Figlio di Dio vivo, accetta questa preghiera con lo stesso immenso amore, col quale sopportasti tutte le piaghe del tuo Santissimo Corpo; abbi di noi misericordia, ed a tutti i fedeli, vivi e defunti, concedi la tua misericordia, la tua grazia, la remissione di tutte le colpe e pene, e la vita eterna. Amen.