Condividi Miriam12Stelle:


Citazione spirituale

www.libreriadelsanto.it

 www.libreriadelsanto.it

Firma
anche tu
il libro
degli ospiti
...
Inserisci
Miriam
12
Stelle
tra i tuoi siti preferti...
Grazie!
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Libro in evidenza
Ave Maria

Ave Maria

Papa Francesco

IO STO CON LA CHIESA

www.parrocchie.eu
Categorico: ogni sito la sua categoria e viceversa!
     
 

Votami qui:

 
     

 

Votaci su Net-Parade.it

Aggiungi alla pagina personalizzata di Google
Locations of visitors to this page
Registra il tuo sito nei motori di ricerca
Gesù, Maria, Vi amo, salvate anime

 

          Usare con parsimonia il dono della parola.

          Usare con saggezza il dono della parola.

 

          Usare con generosità il dono del sorriso.

          Far uso, con prudenza, di quella simpatia

                                           che il prossimo prova nei nostri confronti.

 

          Usare sempre il dono della buona educazione.

          Non abusare della generosità del prossimo.

          Chiedere poco, donare sempre.

 

          Sentirsi ricchi nella indigenza.

          Sentirsi poveri nell'agiatezza.

 

          Non essere invadenti, ma non farsi desiderare.

          Stare dove ci collochi, o Signore.

          Andare dove Tu ci indirizzi, o Signore.

 

          Non pretendere grandi spazi per fare dell'apostolato:
                                        anche un piccolissimo spiraglio può essere

                                   proprio quello che Tu, o Signore, hai destinato

                                   perchè noi possiamo estendere il Tuo Regno.

 

          Perchè sei Tu l'Immenso che agisci

                             e nessun limite può condizionare la Tua Presenza.

                                                                        

                                  Pina Giganti Lo Vullo

 

     

PRIMA DI TUTTO L'UOMO

 

Non vivere su questa terra
come un estraneo
o come
un sognatore vagabondo.

Vivi in questo mondo
come nella casa di tuo padre;
credi al grano, alla terra, al mare,
ma prima di tutto credi all'uomo.

Ama le nuvole, le macchine, i libri,
ma prima di tutto ama l'uomo.

 

Senti la tristezza
del ramo che secca,
dell'astro che si spegne,
dell'animale ferito che rantola,
ma prima di tutto senti la tristezza
e il dolore dell'uomo.

 

Ti diano gioia
tutti i beni della terra:
l'ombra e la luce ti diano gioia,
le quattro stagioni ti diano gioia,
ma soprattutto,
a piene mani,
ti dia gioia l'uomo!

               

            Nazim Hilkmet

 

Regala ciò che non hai

 

Occupati dei guai,
dei problemi del tuo prossimo.

Prenditi a cuore gli affanni,
le esigenze di chi ti sta vicino.

Regala agli altri
la luce che non hai,
la forza che non possiedi,
la speranza che
senti vacillare in te,
la fiducia di cui sei privo.

Illuminali dal tuo buio.

Arricchiscili con la tua povertà.

Regala un sorriso
quando hai voglia di piangere.

Produci serenità
dalla tempesta che hai dentro.

"Ecco, quello che non ho,
te lo do
".

Questo è il tuo paradosso.

Ti accorgerai che la gioia
a poco a poco entrerà in te,
invaderà il tuo essere,
diventerà veramente tua
nella misura in cui
l'avrai regalata agli altri.

           

Alessandro Manzoni

LA GIOIA E IL DOLORE

 

La vostra gioia
è il vostro dolore senza maschera.

Tanto più in fondo
vi scava il dolore
tanta più gioia
voi potrete contenere.

Il legno del liuto
che accarezza il vostro spirito
non è forse scavato dal coltello?

Quando siete contenti
guardate in fondo al cuore
e troverete che soltanto
ciò che vi ha dato dolore
vi dona gioia.

Alcuni dicono:
"La gioia è più grande del dolore"
e altri: "Il dolore è più grande",
in realtà sono inseparabili.

Essi giungono insieme
e quando una siede con voi
alla vostra mensa,
l'altro è disteso
sopra il vostro letto.

Voi siete come bilance
sospese fra il dolore e la gioia.

                      

Gibran Kahlil Gibran

   

Solo per oggi

 

Solo per oggi
crederò che la provvidenza di Dio si occupi di me come se nessun altro esistesse al mondo.

Solo per oggi
avrò cura del mio aspetto: non alzerò la voce, sarò cortese nei modi, non criticherò nessuno, non pretenderò di migliorare nessuno, tranne me stesso.

Solo per oggi
sarò felice nella certezza che sono stato creato per essere felice non solo nell'altro mondo, ma anche in questo.

Solo per oggi
dedicherò dieci minuti a qualche buona lettura, ricordando che come il cibo è necessario al corpo,

così la lettura all'animo.

Solo per oggi
mi farò un programma; forse non lo seguirò a puntino, ma lo farò e mi guadagnerò da due malanni:

la fretta e l'indecisione.

Solo per oggi
non avrò paura di godere di ciò che è bello e di credere alla bontà.

                   

Papa Giovanni XXIII


     
  Per chi non ha tempo per Dio  
     
     
 

Quando ti sei svegliato questa mattina, ti ho osservato e ho sperato che tu mi rivolgessi la parola anche solo poche parole, chiedendo la mia opinione o ringraziandomi per qualcosa di buono che era accaduto ieri. Però ho notato che eri molto occupato a cercare il vestito giusto da metterti per andare a lavorare.

 

Ho continuato ad aspettare ancora mentre correvi per la casa per vestirti e sistemarti e io sapevo che avresti avuto del tempo anche solo per fermarti qualche minuto e dirmi: "Ciao". Però eri molto occupato.


Per questo ho acceso il cielo per te, l'ho riempito di colori e di dolci canti d'uccelli per vedere se così mi ascoltavi, però nemmeno di questo ti sei reso conto.
Ti ho osservato mentre ti dirigevi al lavoro e ti ho aspettato pazientemente tutto il giorno. Con tutte le cose che avevi da fare, suppongo che tu sia stato troppo occupato per dirmi qualcosa.


Al tuo rientro ho visto la tua stanchezza e ho pensato di farti bagnare un po' perché l'acqua si portasse via il tuo stress. Pensavo di farti un piacere perché così tu avresti pensato a me ma ti sei infuriato e hai offeso il mio nome, io desideravo tanto che tu mi parlassi, c'era ancora tanto tempo.


Dopo hai acceso il televisore, io ho aspettato pazientemente, mentre guardavi la TV, hai cenato, però ti sei dimenticato nuovamente di parlare con me, non mi hai rivolto la parola.


Ho notato che eri stanco e ho compreso il tuo desiderio di silenzio e così ho oscurato lo splendore del cielo, ho acceso una candela, in verità era bellissimo ma tu non eri interessato a vederlo.


Al momento di dormire credo che fossi distrutto.
Dopo aver dato la buona notte alla famiglia sei caduto sul letto e quasi immediatamente ti sei addormentato.


Ho accompagnato il tuo sogno con una musica, i miei animali notturni si sono illuminati ma non importa, perché forse nemmeno ti rendi conto che io sono sempre lì per te.
Ho più pazienza di quanto immagini.


Mi piacerebbe pure insegnarti ad avere pazienza con gli altri, TI AMO tanto che aspetto tutti i giorni una preghiera, il paesaggio che faccio è solo per te.
Bene, ti stai svegliando di nuovo e ancora una volta io sono qui e aspetto senza niente altro che il mio amore per te, sperando che oggi tu possa dedicarmi un po' di tempo.

 

Buona giornata...

 

Tuo papà DIO

 

 
     
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online