Condividi Miriam12Stelle:


Citazione spirituale

www.libreriadelsanto.it

 www.libreriadelsanto.it

Firma
anche tu
il libro
degli ospiti
...
Inserisci
Miriam
12
Stelle
tra i tuoi siti preferti...
Grazie!
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Libro in evidenza
Ave Maria

Ave Maria

Papa Francesco

IO STO CON LA CHIESA

www.parrocchie.eu
Categorico: ogni sito la sua categoria e viceversa!
     
 

Votami qui:

 
     

 

Votaci su Net-Parade.it

Aggiungi alla pagina personalizzata di Google
Locations of visitors to this page
Registra il tuo sito nei motori di ricerca

ROSARIO DELL'ADDOLORATA
   --- 1° SCHEMA ---  
 

Preghiera iniziale: O Madonna cara, o Madre dei dolori, voglio soffermarmi a rifletttere su tutte quelle situazioni in cui Tu hai più sofferto. Desidero rimanere un pò di tempo con Te e ricordarmi con gratitudine di quanto Tu hai sofferto per me.

Alle tue sofferenze, che si sono protratte per l'intero arco della tua vita terrena, unisco anche le mie sofferenze, e inoltre quelle di tutti i papà e le mamme, di tutti i giovani ammalati, dei bambini e degli anziani, affinchè ogni loro dolore sia accettato con amore e ogni croce sia portata con la speranza nel cuore. Amen.

 
     
 

PRIMO DOLORE:

Maria nel tempio ascolta la profezia di Simeone.

 
 

O Maria, mentre nel tempio Tu presentavi a Dio il tuo Figlio, il vecchio Simeone Ti predisse che il tuo figlio sarebbe stato segno di contraddizione e che la tua anima sarebbe stata trafitta da una spada di dolore. queste stesse parole sono state già una spada per la tua anima: hai custodito anche queste parole, come le altre, nel tuo cuore. Grazie, o Maria.

Offro questo mistero per tutti quei genitori che in qualsiasi modo si trovano a soffrire per i loro figli.

7 Ave, o Maria.

 
     
 

SECONDO DOLORE:

Maria fugge in Egitto per salvare Gesù.
 
 

O Maria, sei dovuta fuggire col tuo Figlio in Egitto, perchè i potenti della terra si erano alzati contro di Lui per ucciderlo.

E' difficile immaginare tutti i sentimenti che hai provato quando, all'invito del tuo Sposo, Ti sei alzata nel cuore della notte e hai preso il tuo Bambino per fuggire, quel Bambino nel quale riconoscervi e adoravi il Messia e Figlio di Dio.

Sei rimasta senza quelle sicurezze che la patria e il focolare domestico sanno offrire. Sei fuggita, e così ti sei associata a coloro che non hanno un tetto sopra il loro capo o che vivono in paesi stranieri, senza patria.

O Maria, mi rivolgo a te, che sei Madre, e ti prego per chi è costretto ad abbandonare la propra casa.

Ti prego per i profughi, per i perseguitati, per gli esilitati; ti prego per i poveri, che non hanno mezzi sufficienti per costruirsi una casa e una famiglia. Ti prego in particolare per quelli che, in seguito a conflitti familiari, hanno abbandonato la loro famiglia e si trovano a vivere sulla strada: per i giovani che sono separati, per le persone che sono respinte. Guidali, o Maria, attraverso la loro sofferenza verso la "nuova dimora".

7 Ave, o Maria.

 
     
 

TERZO DOLORE:

Maria smarrisce e ritrova Gesù.
 
 

O Maria, per tre giorni, con indicibile affanno, hai cercato il tuo Figlio, e finalmente, piena di gioia, l'hai ritrovato nel tempio.

La sofferenza è durata a lungo nel tuo cuore.

La pena è stata grande, perchè eri cosciente della tua responsabilità. Sapevi che il Padre celeste Ti aveva affidato il suo Figlio, il Messia Redentore.

Perciò il tuo dolore è stato immenso, e la gioia dopo il ritrovamento è stata certamente sconfinata.

O Maria, Ti prego per i giovani che si sono allontanati dalle loro case e per conseguenza si trovano a soffrire molto.

Ti prego per quelli che hanno dovuto lasciare la casa paterna per motivi di salute e si trovano soli negli ospedali.

Ti prego in modo particolare per quei giovani che sono rimasti privi di amore e di pace, e non sanno più che cosa sia la casa paterna.

Ricercali Tu, o Maria, e fa che si lascino trovare, perchè la realizzazione di un mondo nuovo diventi sempre più possibile.

7 Ave, o Maria.

 
     
 

QUARTO DOLORE:

Maria incontra Gesù che porta la croce.
 
 

O Maria, hai incontrato il tuo Figlio mentre portava la Croce. Chi potrebbe descrivere il dolore che hai provato in quel momento?

Mi trovo senza parole...

O Madre SS. ti prego per quelli che sono lasciati soli nel loro dolore. Visita i carcerati e confortali; visita gli infermi; va incontro a quelli che si sono perduti. Prgi una carezza a coloro che sono affetti da malattie incurabili, come quando per l'ultima volta qui in terra hai accarezzato il tuo figlio.

Aiutali a offrire la loro sofferenza per la salvezza del mondo, come tu stessa - accanto a ltuo Figlio - offristi il tuo dolore.

PREGHIAMO

O Maria, umile ancella del Signore, che ti sei lasciata afferrare dalla beatitudine promessa dal Figlio tuo a quanti compiono la volontà del Padre, aiutaci ad essere docili al volere di Dio su di noi e ad accogliere sulla nostra strada la croce con lo stesso amore con cui tu l'hai accolta e portata.

7 Ave, o Maria.

 
     
 

QUINTO DOLORE:

Maria è presente alla crocifissione e morte di Gesù.
 
 

O Maria, ti contemplo mentre stai in piedi accanto al tuo Figlio morente. Lo avevi seguito con dolore, e ora con dolore inconsolabile ti trovi sotto la sa Croce. O Maria, la tua fedeltà nella sofferenza è veramente grande.

Hai un animo forte, il dolore non ti ha chiuso il cuore di fronte ai nuovi compiti: per desiderio del Figlio, diventi Madre di tutti noi.

Ti prego, Maria, per quelli che assistono i malati. Aiutali a prestare con amore le loro cure. Dona forza e coraggio a quelli che non ce la fanno più accanto ai loro malati. In modo particolare, benedici le mamme che hanno bambini infermi; fa che anche per loro il trovarsi a contatto con la croce sia cosa salutare.

Unisci al tuo dolore di Madre l'estenuante fatica di chi per anni o forse per tutta la vita è chiamato a prestare servizio ai propri cari infermi.

7 Ave, o Maria.

 
     
 

SESTO DOLORE:

Maria riceve sulle braccia Gesù deposto dalla croce.
 
 

Ti osservo, o Maria, mentre, immersa nel più profondo dolore, accogli sulle tue ginocchi, il corpo esanime del tuo figlio. Il tuo dolore continua anche quando il suo è terminato. Lo riscaldi ancora una volta col tuo seno materno, con la bontà e con l'amore del tuo cuore.

O Madre, mi consacro a te in questo momento. Ti consacro le persone che sono sole, abbandonate, rifiutate, che sono in lite con gli altri. Ti consacro il mondo intero. Siano tutti accolti sotto la tua protezione materna. Fa che il mondo diventi una sola famiglia, dove tutti si sentono fratelli e sorelle.

7 Ave, o Maria.

 
     
 

SETTIMO DOLORE:

Maria accopmagna Gesù alla sepoltura.
 
 

O Maria, lo hai accompagnato fino al sepolcro. Hai singhiozzato e pianto su di lui, come si piange per un figlio unico.

Molte persone nel mondo vivono nel dolore, perchè hanno perduto i loro cari. Consolali tu, e dona loro il conforto della fede.

Molti sono senza fede e senza speranza, e si dibattono nei problemi di questo mondo, perdendo fiducia e gioia di vivere.

O Maria, intercedi per loro, perchè abbiano fede e trovino la loro strada.

Sia distrutto il male, e fiorisca una vita nuova, quella vita che è nata dalla tua sofferenza e dal sepolcro del tuo Figlio. Amen.

7 Ave, o Maria.

 

PREGHIAMO

O Dio, tu hai voluto che accanto al tuo Figlio, innalzato sulla croce, fosse presente la tua Madre addolorata: fà che la tua santa Chiesa, associata con lei alla passione del Cristo, partecipi alla gloria della risurrezione. Per lo stesso tuo Figlio, che è Dio e regna con te nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

 
     
     

 

   --- 2° SCHEMA ---  
     
 1. O Regina dei Martiri, quale dolore provasti quando il vecchio Simeone profetizzò che Gesù sarebbe stato segno di contraddizione e che la tua stessa anima sarebbe stata trafitta da una spada! Per questa previsoine, che stese sulla tua Maternità divina l'ombra della croce, fammi conoscere con chiarezza i miei peccati e aiutami a detestarli con tutto il cuore.

7 Ave, o Maria.

 
     
 2.

O Regina dei Martiri, la persecuzione di Erode ti costrinse a fuggire precipitosamente in Egitto con il Bimbo e il tuo sposo giuseppe, e ad affrontare i disagi dell'esilio. Per questa sofferenza prolungata e penosa liberami dalle seduzioni di satana e del mondo.

7 Ave, o Maria.

 
     
 3. O Regina dei Martiri, quale angoscia provasti con Giuseppe nei giorni in cui Gesù rimase a vostra insaputa nel tempio di Gerusalemme! Per questo dolore non permettere che io perda l'amicizia di Gesù col peccato e la tiepidezza spirituale.

7 Ave, o Maria.

 
     
 4. O Regina dei Martiri, quali oscure apprensioni soffristi nel vedere Gesù incompreso da molti, rifiutato, perseguitato dai capi d'Israele! Per questo dolore ottienimi la grazia di seguire decisamente Gesù, affrontando con coraggio ogni incomprensione e avversità.

7 Ave, o Maria.

 
     
 5.

O Regina dei Martiri, quale fitta al cuore provasti nel vedere Gesù condotto nei tribunali, vilipeso, flagellato, coronato di spine, confrontato a Barabba e trascinato esausto per i sentieri di Gerusalemme sotto il peso della croce! Per questi spasimi indicibili ottienimi la forza di darmi a Dio senza riserve.

7 Ave, o Maria.

 
     
 6.

 

O Regina dei Martiri, quale tortura dovette subire il tuo cuore di Madre nel vedere il Frutto del tuo grembo immacolato spirare sulla croce, e trafiggere il suo cuore dalla lancia del soldato! Per questa trafissione del tuo cuore materno ottienimi la grazia di vivere e morire nell'amore a Cristo crocifisso.

7 Ave, o Maria.

 
     
 7. O Regina dei Martiri, quale doloroso sussulto provasti nel ricevere tra le braccia il corpo esanime del tuo figlio, straziato dalle torture della Passione! Per questa estrema lacerazione del tuo cuore materno ottienimi la grazia di staccarmi da ogni vanità terrena e di aspirare unicamente all'unione con Gesù, figlio di Dio fatto Uomo nel tuo grembo immacolato.

7 Ave, o Maria.

 
     

 

LA DEVOZIONE ALLE LACRIME DELLA MADONNA
 

"Molte anime pie trovano un fortissimo motivo di contrizione nel pensiero delle lacrime che il peccato ha fatto versare alla SS. Vergine.

Nessuno dopo Gesù ne ha versate tante e di sì amare, perchè nessuno è penetrato quanto Lei nel mistero della Redenzione.

Il pensiero di aver fatto in tal modo piangere una creatura sì innocente, sì santa, sì buona qual è la Madre di Gesù, e la nostra, è tale da far prorompere in lacrime di dolore quelle anime che hanno la grazia di sentire profondamente ciò che è Maria". (Mons. Gay).

 

La Madonna delle Lacrime.
Ripetutamente la Madonna ha pianto dalle sue immagini o è apparsa nell'atto di piangere. Ricorderò il miracolo della Madonna delle Lacrime di Treviglio, le Apparizioni della Madonna piangente a S. Labourè (1830), ai pastorelli della Salette (1846) e nel 1953 la lacrimazione del quadro di Siracusa. L'apparizione che diede però origine ad una devozione speciale alle lacrime della Madonna è quella del Brasile.

 

Origine della Coroncina delle Lacrime.

L'8 di novembre 1929 suor Amalia di Gesù flagellato, delle missionarie del Divin Crocifisso, fondate da Mons. Code D. Francisco de Campos Barreto, Vescovo di Campinas (S. Paolo-Brasile), mentre pregando per la guarigione d'una sua parente spedita dai medici, aveva offerto se stessa per salvare la vita di quella povera madre, le parve udire una voce che le diceva: "Se vuoi ottenere questa grazia, domandala per le lacrime di mia Madre. Tutto ciò che gli uomini mi domandano per quelle lacrime sono obbligato a concederlo".

E avendo la suora domandato con quale formula dovesse pregare, le indicò l'invocazione:

"O Gesù, esaudite, ecc..". Gesù le promise inoltre che Maria SS. avrebbe affidato questo tesoro della devozione alle sue lacrime al suo istituto.

L'8 marzo 1930, mentre stava inginocchiata davanti all'altare, si sentì come sollevata e vide una signora di meravigliosa bellezza. Le sue vesti erano color viola. Un manto celeste le pendeva dalle spalle ed un velo bianco le copriva il capo.

 

 

La Madonna sorridendo amabilmente consegnò alla suora una corona i cui grani, bianchi come la neve, brillavano come soli. La Vergine le disse: "Ecco la corona delle mie lacrime. Il mio Figlio l'affida al tuo istituto come una porzione d'eredità. Egli ti ha già rivelate le invocazioni. Egli vuole che mi si onori in modo speciale con questa preghiera ed Egli accorderà a tutti quelli che reciteranno questa corona e lo pregheranno in nome delle mie lacrime, grandi grazie.

 

Questa corona servirà ad ottenere la conversione di molti peccatori e in modo particolare quella di seguaci dello spiritismo. Al vostro Istituto sarà riservato il grande onore di ricondurre in seno alla S. Chiesa e di convertire un gran numero di adepti di questa setta nefasta.

Il demonio sarà vinto con questa Corona e il suo impero infernale sarà distrutto".

Lasciando alla Chiesa il giudicare sull'origine soprannaturale di questa preghiera, la pratica di onorare le lacrime della Madre nostra e domamdare per esse a Dio grazie e perdono è del tutto conforme alla tradizione cristiana.

Quanto poi alla Coroncina essa fu approvata dal Vescovo di Campinas che, anzi, autorizzò la celebrazione nell'Istituto della festa di Nostra Signora delle Lacrime, il 20 febbraio.

  CORONA DELLE LACRIME DELLA MADONNA  
 

E' composta di 49 grani, divisi in gruppi di 7 e separati da sette grani grossi;

termina con tre grani piccoli.

 
 

PREGHIERA PREPARATORIA:

"O Gesù, nostro divino Crocifisso!, prostrati ai tuoi piedi noi ti offriamo le lacrime di Colei che ti ha accompagnato sulla Via dolorosa del Calvario, con un amore così ardente e compassionevole. Esaudisci, o buon Maestro, le nostre suppliche e le nostre domande per l'amore delle lacrime della tua SS. Madre. Accordaci la grazia di comprendere gli insegnamenti dolorosi che ci danno le lacrime di questa buona Madre, affinchè noi adempiamo sempre la tua santa Volontà sulla terra, e siamo giudicati degni di lodarti e glorificarti eternamente in Cielo. Così sia".

 
 

 

Sui grani grossi si alterna questa invocazione:

O Gesù, ricordati delle lacrime di Colei che ti ha amato più di tutti sulla terra!

E che ora vi ama nel modo più ardente in cielo.

 

Sui grani piccoli:

O Gesù, esaudisci le nostre suppliche e le nostre domande.

Per le lacrime della tua S. Madre!

 

Infine per 3 volte:

O Gesù, ricordati delle lacrime di Colei che Vi ha amato più di tutti sulla terra!

 

e la preghiera:

"O Maria, Madre del bell'amore, Madre di dolore e di misericordia, noi ti domandiamo di unire le tue preghiere alle nostre, affinchè il tuo divin Figlio, al quale noi ci rivolgiamo con confidenza, in virtù delle tue lacrime, esaudisca le nostre suppliche, e ci conceda, oltre le grazie che gli domandiamo, la corona della gloria nell'Eternità. Così sia!".

 

 


LITANIE DELL'ADDOLORATA

Santa Maria,

Santa Madre di Dio,

Santa Vergine delle vergini,

Madre del Crocifisso,

Madre dolorosa,

Madre lacrimosa,

Madre afflitta,

Madre derelitta,

Madre desolata,

Madre immacolata,

Madre del figlio privata,

Madre dalla spada trafitta,

Madre nei travagli immersa,

Madre di angustie immersa,

Madre col cuore alla croce confitta,

Madre mestissima,

 

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi
     

Fonte di lacrime,

Cumulo di patimenti,

Specchio di pazienza,

Rupe di costanza,

Ancora di confidenza,

Rifugio degli increduli,

 

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi
     

Sollievo dei miseri,

Medicina dei languenti,

Forza dei deboli,

Porto dei naufraghi,

Quieti nelle procelle,

Ricorso dei piangenti,

Terrore dei demoni,

Tesoro dei fedeli,

Luce dei profeti,

Guida degli apostoli,

Corona dei martiri,

Sostegno dei confessori,

Perla delle vergini,

Consolazione delle vedove,

Madre degli orfani,

Letizia di tutti i santi,

 

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi

prega per noi
     

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,
 

perdonaci, o Signore.

ascoltaci, o Signore.

abbi pietà di noi.

 

  PREGHIAMO  
  O Dio, tu hai voluto che la vita della Vergine fosse segnata dal mistero del dolore; concedici, ti preghiamo, di camminare con lei sulla via della fede e di unire le nostre sofferenze alla passione di Cristo perchè diventino occasione di grazia e strumento di salvezza. Per Cristo nostro Signore. Amen.  

 


LITANIE RIPARATRICI ALLA MADONNA
 

Delle orribili offese che si fanno

contro il tuo dolcissimo figlio Gesù,

Della spada di dolore che figli degeneri

vogliono immergere nuovamente nel tuo Cuore materno,

Delle bestemmie nefande vomitate contro il tuo purissimo

e santissimo Nome,

Delle infami negazioni che si fanno dei tuoi privilegi

e delle tue glorie più belle,

Degli infami negazioni che si fanno dei tuoi privilegi

e delle tue glorie più belle,

Degli insulti che i protestanti e gli eretici lanciano

contro il tuo culto dolcissimo,

Dei sacrileghi oltraggi che si fanno dagli empi

contro le tue venerande immagini,

Delle profonazioni che si commettono

nei tuoi stessi santuari,

Dei peccati contro l'angelica virtù della purezza

che ti è cara sopra ogni altra,

Degli oltraggi che con le mode invereconde si commettono

contro la dignità della donna, da te rivendicata e santificata,

Dell'orrendo delitto con cui persino gli innocenti fanciulli

vengono strappati dal tuo seno materno,

Della incomprensione di tante madri

per i tuoi diritti divinamente materni,

Della ingratitudine di tanti figli alle tue grazie più preziose,

Della freddezza di tanti cuori di fronte alle tue tenerezze materne,

Del disprezzo con cui sono accolti i tuoi amorevoli inviti,

Della crudele indifferenza di anti cuori,

 

 

Ti consoleremo, o Maria!

 Ti consoleremo, o Maria!

 Ti consoleremo, o Maria!

 Ti consoleremo, o Maria!

 Ti consoleremo, o Maria!

 Ti consoleremo, o Maria!

 

Ti consoleremo, o Maria!

 

Ti consoleremo, o Maria!

 

Ti consoleremo, o Maria!

 

Ti consoleremo, o Maria!

 

Ti consoleremo, o Maria!

 

Ti consoleremo, o Maria!

Ti consoleremo, o Maria!

Ti consoleremo, o Maria!

Ti consoleremo, o Maria!

Ti consoleremo, o Maria!

Delle amare lacrime che versi sulla sorte

di tanti tuoi infelici figli prodighi,

Delle angoscie del tuo dolcissimo Cuore, nel vedere di nuovo il tuo Figlio tradito e crocifisso dai peccatori,

Delle agonie dell'anima tua santissima alla vista

dell'abbandono in cui Egli è lasciato in tanti tabernacoli,

Dei tuoi sospiri d'amore,

Del martirio che ti reca la perdita di tante anime redente dal Sangue del tuo Gesù e dalle tue lacrime,

Degli orrendi attentati che si commettono

contro il tuo Gesù che vive nel suo vicario

e nei suoi sacerdoti,

Della infernale congiura contro la vita del tuo Gesù nella sua Chiesa,

 

 

Ti consoleremo, o Maria!


 Ti consoleremo, o Maria!


 Ti consoleremo, o Maria!


Ti consoleremo, o Maria!


Ti consoleremo, o Maria!


Ti consoleremo, o Maria!

 

Ti consoleremo, o Maria!

 

  PREGHIAMO  
  O Madre Santa e dolcissima, nell'eroismo del tuo amore materno, ai piedi della Croce, hai pregato per quelli che martoriavano il tuo diletto Figlio Gesù e straziavano il tuo tenerissimo Cuore; abbi pietà di tutti quelli che ora ti offendono. Fa che anch'essi possano essere accolti nel tuo seno materno, purificati dalle tue lacrime benedette, ed ammessi a godere i frutti stupendi della tua materna mmisericordia. Amen.  

 

  PREGHIERA RIPARATRICE  
     
  Una povera Clarissa defunta apparve alla sua Abbadessa che pregava per lei e disse: "Sono andata dritta al Cielo perchè, avendo recitato ogni sera questa preghiera, ho pagato tutti i miei debiti e sono stata preservata dal Purgatorio.  
     
 

Eterno Padre, per le mani di Maria Addolorata, Vi offro il S. Cuore di Gesù con tutto il suo amore, con tutte le sue sofferenza e con tutti i suoi meriti:

 

Per espiare tutti i peccati che ho commesso quest'oggi e durante tutta la mia vita passata.

Gloria al Padre...

Per purificare il bene che ho mai fatto quest'oggi e durante tutta la  mia vita passata.

Gloria al Padre...

Per supplire al bene che ho trascurato di fare quest'oggi e durante tutta la mia vita passata.

Gloria al Padre...

 

 

  ALLA MADONNA DELLA PIETA'  
 

 

Vergine SS. Addolorata, che piangi sulle sventure a noi imminenti, per quel Gesù deposto sulle tue ginocchia, morto per nostro amore, abbi di noi pietà.

Accendi in noi sentimenti di compunzione e di dolore, affinchè detestando le nostre colpe, siamo liberati dai minacciati castighi e fatti degni di celesti favori. Maria, proteggi noi, le nostre famiglie, i nostri interessi; preservaci, pietosa, da ogni sovrastante pericolo, soprattutto dal precipitare nel peccato. Per Gesù Cristo Signor nostro. Così sia.

O Gesù, ricordate le lacrime di Colei che ti ha amato più di tutti sulla terra! E che più di tutti ardentemente ti ama in cielo!

 

 


L'AVE MARIA DELL'ADDOLORATA  




Ave Maria,

piena di dolore,

Gesù Crocifisso è con te;

tu sei degna di compassione fra tutte le donne

e degno di compassione è il frutto del tuo seno, Gesù.

Santa Maria, Madre di Gesù Crocifisso,

ottieni a noi, crocifissori del Figlio tuo,

lacrime di sincero pentimento,

adesso e nell'ora della morte nostra.

Così sia.


 

A MARIA ADDOLORATA PER OTTENERE

UNA BUONA MORTE

 
     
  Dolcissima Madre, che tante lacrime hai voluto versare sopra la passione di Gesù e sopra i miei peccati, che ne furono la cagione, io ti prego a nome di ciascuna di queste tue amarissime lacrime ad assistermi in quel punto dal quale deve dipendere l'affare importantissimo della mia eterna salute. Ricorda, mestissima Madre, come tra le tue lacrime, sotto la Croce, fosti dichiarata mediatrice dei peccatori; e in quell'ora di mio sommo bisogno, monstra te esse Matrem; sicchè spirando io l'anima tra le tue brazzia, possa in quel gran cimento l'Angelo mio custode dirmi: Ecce mater tua; e confusi partano da me gli spiriti ribelli, mentre sentiranno dire a mia consolazione: Mulier, ecce filius tuus. Se io sono il figlio delle tue lacrime, possa io un giorno essere il figlio della tua gloria. Così sia.